Maternità. Indennità fuori nomina, riduzione per allattamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Maternità e indennità fuori nomina. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Salve buongiorno, Abbiamo nominato come scuola un Collaboratore scolastico per supplenza breve e saltuaria. Lo stesso, una ragazza in gravidanza, ha preso servizio il 22/03/2017 e, dal 27/03/2017, è in interdizione per complicanze. La supplenza è proseguita fino al 16/06/2017 (il 17/06/2017 è rientrato il titolare)con l’interessata sempre in interdizione per complicanze, fino al 23/06/2017. Quindi fino al 16/06/2017 è stato fatto regolare contratto retribuito al 100%. L’interdizione ha avuto ulteriore proroga dal 24/06/2017 al 27/07/2017 (data presunta del parto: 27/09/2017). A questo punto, cosa deve essere corrisposto al supplente? L’indennità fuori nomina spetta solo per la maternità obbligatoria (quindi dal 27/07/2017 al 26/09/2017)oppure spetta anche per i periodi di  interdizione non coperti da nomina (dal 17/06/2017 al 26/07/2017)? Grazie e spero di essere stato chiaro.

.Riduzione oraria per allattamento insegnante di sostegno. Chiarimenti

Claudia – Buongiorno sono un’insegnante della scuola dell’infanzia. Una mia collega di sostegno rientrerà a scuola con la riduzione di orario per l’allattamento; può essere nominato un altro insegnante per la copertura di queste ore? nel caso possono essere sommate e assegnate a un docente che ha una cattedra di 10 ore per copertura par time posto comune? la ringrazio per la disponibilità

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione