Materie STEM, “Integrandole con le materie umanistiche si rendono più accessibili”. Le parole di Jessica Niewint (Indire) [VIDEO INTERVISTA]

WhatsApp
Telegram

Fiera Didacta Italia è un evento di grande importanza per chi è interessato all’educazione e alla tecnologia didattica, e offre un’opportunità unica per migliorare la propria pratica didattica e scoprire nuove opportunità per la carriera.

A Orizzonte Scuola interviene Jessica Niewint, tecnologo, responsabile di una struttura di ricerca e di progetti internazionali e nazionali sull’utilizzo delle nuove tecnologie.

“L’integrazione delle materie STEM con le discipline umanistiche e artistiche è una relazione importante. Questa relazione esiste da sempre, come testimoniano le illustrazioni scientifiche, ma è importante enfatizzarla. Le discipline umanistiche possono aiutare a comprendere meglio le materie STEM e renderle più accessibili per gli studenti che inizialmente le considerano difficili. Ad esempio, rappresentare la chimica in uno spettacolo teatrale può rendere gli aspetti della materia più comprensibili per gli studenti. Anche l’arte, come disciplina della creatività, è fondamentale per la comprensione e la risoluzione dei problemi scientifici”.

E ancora: “Per insegnare le STEM a scuola, è importante integrare anche gli aspetti del mondo reale, come le attività pratiche e i lavori reali. Invitare esperti esterni, come un’azienda o uno scienziato, o organizzare visite a luoghi di lavoro simili a quelli trattati a scuola, aiuta a coinvolgere gli studenti e a promuovere la diversità di genere nelle materie STEM. Queste attività possono anche stimolare la curiosità degli studenti e aprire nuove discussioni”.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni