Materiali didattici sostitutivi dei libri di testo, possibile con Book in progress: scarica regolamento sui diritti d’autore e accordo rete nazionale

Stampa

Book in Progress è la rete nazionale, con scuola capofila l’IISS E. Majorana di Brindisi (diretto con magistrale competenza didattica e manageriale, dal dirigente scolastico prof. Salvatore Giuliano), che promuove e sviluppa materiali didattici sostitutivi dei libri di testo, scritti dai docenti della stessa rete nazionale per gli Istituti di primo e secondo grado.
I lavori del Book in Progress sono disponibili sia in formato cartaceo che digitale interattivo.

Tale iniziativa migliora significativamente l’apprendimento degli allievi e, contemporaneamente, fornisce una risposta concreta ai problemi economici delle famiglie e del caro libri. Il progetto è caratterizzato da un coinvolgimento attivo della componente docente nazionale nella creazione dei contenuti didattici e da un nuovo modello metodologico didattico che coinvolge attivamente gli studenti nel processo di apprendimento.

La normativa
Il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire comuni finalità istituzionali e realizzare attività e servizi per il personale delle istituzioni medesime.
L’art. 6, comma 2 bis, della legge 8 novembre 2013, n. 128, che modifica l’art 15 del D.L. 25 giugno 2008, n.112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n.133.
La legge 107/2015, con particolare riferimento alla costituzione di reti di scuole ed alla formazione in servizio del personale docente;

Le motivazioni
Tra le motivazioni di fondo:

  • l’opportunità di favorire le sinergie tra le scuole che attuano progetti di innovazione didattica ed organizzativa dei percorsi didattici;
  • la necessità che tali sinergie vengano sviluppate nell’ideazione, progettazione e realizzazione di materiali didattici in formato cartaceo, digitale e multimediale oltre che nell’ambito della formazione docenti e di assistenza reciproca tra le scuole;
  • la possibilità di promuovere o partecipare ad accordi di programmi per azioni di comune interesse istituzionale tra le scuole aderenti all’accordo;
  • l’esistenza di un percorso educativo che prevede la creazione di materiali didattici prodotti dai docenti per gli alunni del primo biennio della scuola secondaria di secondo grado;
  • la possibilità di una elaborazione condivisa di materiali didattici anche per le scuole del primo ciclo di istruzione fruibili in formato cartaceo, digitale e multicanale.

La modalità flipped
Il contenuto multimediale off line e on line è realizzato in modalità flipped e con un sistema di autovalutazione. Contiene mappe virtuali, videolezioni create dai docenti, video, elementi di realtà aumentata e tanto altro che agevola l’apprendimento degli studenti con didattica inclusiva.
Il progetto aiuta a combattere la dispersione scolastica.
Si tratta di un progetto sviluppato in modalità collaborativa: sono presenti dipartimenti nazionali disciplinari in cui i docenti si confrontano in modalità blended e creano percorsi di apprendimento contestualizzati alla realtà della classe.

Book in progress nella scuola primaria
L’approccio globale al curricolo non può prescindere dall’utilizzo e dalla creazione di materiali didattici autentici, per far sì che l’innovazione metodologica vada di pari passo con l’innovazione dei linguaggi.
È da questa necessità che riparte la sperimentazione del Book in Progress nella Scuola Primaria: una vera Officina delle Competenze, in cui possano trovare una sistemazione organica le migliori esperienze e le buone pratiche così già diffuse nelle nostre scuole.

Lo fa attraverso:

  • Officina 1 per la comunicazione nella madrelingua
  • Officina 2 per la competenza matematica
  • Officina 3 per la comunicazione nelle lingue straniere (CLIL)

Le tre Officine rispondono a caratteri di adattabilità, flessibilità, innovazione e interattività; si parte da situazioni concrete per costruire in ottica interdisciplinare percorsi di qualità, finalizzati allo sviluppo delle competenze chiave. All’interno di tali percorsi, sono previste più attività, strutturate come learning objects per adattarsi ai vari contesti e caratterizzate da una estrema flessibilità: ciò permette ad ogni docente di utilizzare tali risorse in modo personale e creativo insieme ai suoi alunni, coerentemente con un principio di didattica partecipata che si traduca nella costruzione condivisa del percorso formativo.
Tutte le proposte integrano la manualità e la concretezza del “fare” con le potenzialità didattiche offerte dai nuovi linguaggi e dai nuovi strumenti tecnologici, superando la contrapposizione tra analogico e digitale.

Formazione bip 2021
I docenti della rete potranno frequentare percorsi formativi su metodologie didattiche innovative, potenziamento STEM, realizzazione contenuti in realtà aumentata e virtuale.
I percorsi sono della durata di 20 ore, di cui 12 in modalità sincrona e 8 ore asincrone. I corsisti sono suddivisi in piccoli gruppi seguiti su piattaforma apposita in modalità sincrona. Le loro attività sono seguite attraverso attività di tutoraggio in classi virtuali dal formatore esperto.

Come aderire alla Rete
Per aderire alla rete basta inviare una e-mail a [email protected] indicando scuola di appartenenza.
In risposta saranno fornite tutte le informazioni per aderire alla rete e per visionare i testi in formato digitale.

Oggetto dell’adesione alla rete
L’accordo ha per oggetto:

  1.  l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di materiali didattici da utilizzare nelle scuole della Rete;
  2. la costituzione, il coordinamento e l’organizzazione di Dipartimenti, costituiti da docenti di discipline afferenti, e finalizzati alla produzione, validazione e diffusione del materiale didattico elaborato;
  3. la collaborazione tra le scuole aderenti nella produzione e diffusione dei materiali didattici;
  4. l’aggiornamento e la formazione dei docenti delle scuole della Rete che contribuiscono all’ideazione, progettazione e realizzazione dei materiali didattici con l’intento di:
    – fornire alle scuole e ai docenti formazione centrata sull’innovazione metodologica ed organizzativa;
    – costituire un nucleo di formatori-tutor, distribuiti sul territorio nazionale, per supportare le scuole della rete nei processi di innovazione;
    – fornire competenze utili alla produzione dei materiali anche utilizzando le tecnologie informatiche;
  5. la distribuzione dei materiali didattici agli studenti delle scuole aderenti alla Rete;
  6. la diffusione di esperienze di lavoro in rete e a distanza tra le scuole della Rete;
  7. la collaborazione con il M.I.U.R., con gli USR, l’INDIRE, Università e altri Enti o Istituzioni interessati ai processi di innovazione didattica ed organizzativa delle istituzioni scolastiche.

Allegati
In allegato, in primis, un’adozione tipo dell’Istituto di Istruzione Superiore “Ettore Majorana” di Brindisi relativa alle classi prime del liceo delle scienze applicate quadriennale da cui è desumibile la grande novità che tale scelta metodologica rappresenterebbe qualora tutte le scuole italiane ritagliassero i libri di testo sui propri alunni; poi l’accordo di adesione alla rete “Book in Progress”; infine, un regolamento tipo per l’utilizzo del diritto d’autore.

REGOLAMENTO TIPO UTILIZZO OPERE INTELLETUALI E DIRITTI D’AUTORE

CLASSI PRIME-LICEO QUADRIENNALE

Accordo Book in progress 2019_2021

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur