Matera 2019, Miur: dal 30 novembre online itinerari culturali in Basilicata

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Miur – Ventitré itinerari culturali pensati dalle scuole lucane per le scuole di tutta Italia che nel 2019 si recheranno in visita a Matera, Capitale europea della cultura, o in Basilicata.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina nel corso dell’evento “Le scuole e il futuro aperto”, penultima tappa di avvicinamento al 19 gennaio 2019, giorno di apertura ufficiale dell’anno di Matera Capitale europea della cultura. Gli itinerari potranno essere scaricati dal sito che il MIUR e la Fondazione Matera-Basilicata 2019 hanno progettato per raccogliere e promuovere le attività pensate per gli studenti. Il portale sarà attivo dal prossimo 30 novembre e conterrà anche un blog con le esperienze dei ragazzi.

All’evento di questa mattina hanno partecipato il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, il sindaco di MateraRaffaello De Ruggieri, l’assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca della Regione Basilicata Roberto Cifarelli, la rettrice dell’Università della Basilicata Aurelia Sole e il presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Salvatore Adduce.

“Voglio complimentarmi con Matera, i suoi cittadini e le sue Istituzioni – ha dichiarato il Ministro Marco Bussetti – per il raggiungimento di un grande obiettivo come la nomina a Capitale europea della cultura 2019. Durante tutto il 2019 ci sarà l’opportunità di far emergere la qualità del territorio lucano e delle sue realtà imprenditoriali, turistiche, culturali in un contesto internazionale. Anche la scuola potrà fare la sua parte. L’iniziativa di oggi dimostra che i nostri istituti stanno già facendo un lavoro importante, che c’è un grande protagonismo delle scuole che ringrazio per la risposta di qualità che hanno dato partecipando alle iniziative legate a Matera 2019”.

“I calanchi – Terre silenziose”, “Alla scoperta dei parchi archeologici del Vulture”, “Percorsi museali in Basilicata”, “Il Tesoro dei Briganti”, “La città di Carlo Levi”: sono i titoli di alcuni dei 23 itinerari culturali che confluiranno in una delle sezioni del sito presentato oggi a Matera. Gli itinerari, realizzati anche in collaborazione con la Regione Basilicata, il Comune di Matera e il Comune di Policoro, sono stati selezionati attraverso due concorsi lanciati dal MIUR: uno dedicato specificamente alla Basilicata e a Matera, l’altro rivolto a tutto il territorio nazionale. Due itinerari, uno siciliano e uno emiliano-romagnolo, sono così stati scelti per essere gemellati con altrettanti percorsi lucani. “Io pascolo ovunque” realizzato dall’IPSSAR “Pellegrino Artusi” di Riolo Terme (RA) sarà dunque gemellato con “Ritmi e sapori della Murgia materana” ideato dal Liceo delle Scienze umane “Tommaso Stigliani” di Matera. “La Piana in festa” del Liceo ginnasio statale “Nicola Spedalieri” di Catania sarà invece gemellato con “Parco archeologico di Serra di Vaglio di Basilicata e Santuario della Dea Mefitis di Rossano di Vaglio” del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Potenza.

“Gli studenti coinvolti in queste attività – ha aggiunto Bussetti – hanno dimostrato di avere a cuore il proprio territorio, di amarlo. Di volerne essere promotori, ambasciatori nel mondo. La scuola deve fare proprio questo: sviluppare identità e senso di appartenenza. Aprendo allo stesso tempo agli altri. Il gemellaggio con gli istituti della Sicilia e dell’Emilia Romagna è un chiaro esempio di questa propensione all’incontro e allo scambio che il sistema di istruzione deve incoraggiare. È così che formiamo cittadini attivi”.

Nel corso della mattinata sono stati poi presentati i sei progetti finalisti della fase regionale del Premio Scuola Digitale, lanciato dal MIUR per promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e insegnamento della didattica digitale. A Matera questo mese si terrà peraltro una delle tappe di ‘#Futura’, l’evento itinerante del MIUR dedicato alla scuola innovativa che ha già mobilitato migliaia di insegnanti, studenti e cittadini nelle città che l’hanno ospitata.

Dalla forte partecipazione delle scuole alle attività in cantiere per Matera 2019 sono nati anche progetti come “19 archivi X 19 scuole”, presentato questa mattina dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019: 19 istituzioni scolastiche lucane saranno abbinate a 19 archivi o collezioni del territorio che saranno digitalizzati anche con l’uso dei dati aperti per consentire nuove letture e analisi da parte degli studenti. Presentato oggi anche “Patrimonio in gioco”, il progetto che prevede l’utilizzo delle tecnologie e del digitale per la valorizzazione del patrimonio culturale. Parteciperanno 60 scuole lucane.

Roma 19 novembre 2018

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione