Matematica, Donazzan: in Veneto servono docenti motivati e preparati. Chiediamo autonomia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In Veneto 1 studente su 9 abbandona la scuola dopo la  licenzia media. Percentuali inferiori rispetto alla media nazionale, ma che meritano di essere attenzionate. L’intervento dell’Assessore Donazzan. 

Nel comunicato pubblicato dalla Regione Veneto l’assessore commenta “[…]  non siamo soddisfatti. Gli studenti di terza superiore che non raggiungono la sufficienza in Veneto sono 28 su 100, mentre la media nazionale è del 34,3%. Gli ‘insufficienti’ nelle  competenze alfabetiche in Veneto sono 28 su 100, sei punti in meno della media nazionale (34,3%), mentre nelle  competenze matematiche a non raggiungere la sufficienza sono 32 su 100,  a fronte di una media nazionale del 40,1% dei giovani. Anche la percentuale dei giovani laureati in Veneto è superiore a quella del resto del Paese:  il 32% dei giovani di 30-34 anni è laureato o ha un titolo terziario, mentre la media nazionale non arriva al 28 %”.

Dobbiamo fare una seria riflessione sull’insegnamento della matematica e delle materie scientifiche nella scuola, uno dei maggiori punti critici nella didattica scolastica – aggiunge l’assessore – Occorre investire su preparazione didattica e motivazione dei docenti e su metodologie diverse di insegnamento. Consapevoli, tuttavia, che la Regione, se per il rafforzamento delle competenze linguistiche può fare ricorso ai fondi e ai programmi del Fondo sociale europeo, non ha invece né risorse nè strumenti per intervenire sul potenziamento delle competenze scientifiche nella scuola”.

Ancora una volta – conclude – si dimostra l’utilità, o meglio la necessità, di una maggiore autonomia regionale nella scuola, per adeguare percorsi e profili ai bisogni didattici dei nostri giovani e alle esigenze della società e del mondo del lavoro

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione