Mastrocola: “Quando entrano al liceo, i ragazzi non sanno scrivere, né tenere un discorso complesso”

WhatsApp
Telegram

Nel suo libro “Il Danno Scolastico”, scritto in collaborazione con il marito Luca Ricolfi, la scrittrice e insegnante Paola Mastrocola lancia un atto di accusa sulla cultura progressista, ritenuta responsabile della crisi educativa che sta attraversando l’Italia.

Mastrocola, in un’intervista rilasciata a Io Donna nel 2022, ha messo in luce come il processo iniziato vent’anni fa abbia portato a un livello di impreparazione sempre più grave tra gli studenti italiani. Parole ancora attuali.

Al loro ingresso al liceo, molti ragazzi – secondo la sua esperienza – mostrano lacune fondamentali nelle abilità di scrittura e nel sostenere un discorso complesso.

Per l’autrice, il problema radica in una concezione distorta dell’insegnamento. L’abbandono della lezione frontale – “la lezione” come la definisce Mastrocola – e il sovrappeso dato alla pedagogia si sono rivelati dannosi. La scuola, avverte, non deve ridursi a “schede, test a crocette, percorsi”.

Al centro della questione, per Mastrocola, c’è il ruolo dell’insegnante, che dovrebbe non solo trasmettere la sua conoscenza, ma anche la passione per la materia. È nel coinvolgimento emotivo, nel sudore, nel tremore, nelle emozioni e nei cambi di rotta a lezione che risiede la forza dell’insegnamento.

Infine, Mastrocola affronta la questione della tecnologia nella scuola. Sebbene riconosca il suo valore come strumento, avverte che non deve essere considerata una soluzione a sé. Come la lavagna, deve essere un mezzo per affascinare e coinvolgere i ragazzi, non l’unico focus dell’educazione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri