Mascolo (Ugl), rischio licenziamenti illegittimi con valutazione discrezionale

di redazione

UGL Scuola – "Inserire nella riforma della scuola un sistema di ulteriore valutazione del merito, oltretutto ampiamente discrezionale, a carico dei dirigenti scolastici comportera' solo licenziamenti, nella maggior parte dei casi illegittimi, come accaduto per una docente dell'istituto comprensivo di Calcinate".

UGL Scuola – "Inserire nella riforma della scuola un sistema di ulteriore valutazione del merito, oltretutto ampiamente discrezionale, a carico dei dirigenti scolastici comportera' solo licenziamenti, nella maggior parte dei casi illegittimi, come accaduto per una docente dell'istituto comprensivo di Calcinate".

A sostenerlo e' il segretario generale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, riferendo come sia "gia' recentemente accaduto un caso a Bergamo dove il tribunale ha dichiarato l'illegittimita' del licenziamento di un insegnante deciso dal dirigente scolastico reggente".

"L'Ugl Scuola – conclude – da tempo sostiene che la valutazione del merito inserita nella riforma non comportera' alcun miglioramento, anzi quanto accaduto rappresenta solo uno dei tanti casi che potrebbero verificarsi"

Versione stampabile
Argomenti: