Mascherine obbligatorie anche in cortile per la ricreazione: i genitori diffidano la scuola

WhatsApp
Telegram

All’interno della polemica di fine anno scolastico sull’utilizzo delle mascherine in classe si inserisce la vicenda di San Domenico Savio del quartiere Savena, a Bologna.

In base a quanto riporta La Repubblica, trentotto famiglie hanno deciso di rivolgersi agli avvocati per diffidare preside e insegnanti dall’obbligare i bimbi a indossare le mascherine “chirurgiche” anche in cortile, durante la ricreazione.

I nostri figli devono tenere la mascherina anche mentre corrono e giocano per la ricreazione, in uno spiazzo di cemento, con 30 gradi – spiega Silvia Branca, uno dei genitori firmatari del documento inviato il 18 maggio alla scuola, in copia anche al sindaco Matteo Lepore – non abbiamo avuto riscontri alla nostra lettera, ma noi non molliamo. Perché se è stabilito che le mascherine non sono più obbligatorie all’aperto, questo deve valere anche per il cortile di una scuola“.

Nel testo del documento inviato all’Istituto Comprensivo 9 si legge: “Nel diffidare gli insegnanti dall’applicazione di norme inesistenti, ricordiamo che nel caso in cui dal comportamento e dalle decisioni degli insegnanti derivi qualsivoglia danno, disagio o aggravamento dello stato psicofisico già provato dei nostri figli, non esiteremo a richiedere il risarcimento ai diretti responsabili, in sede giudiziale“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur