Mascherine in classe, alle medie e alle superiori mascherine dovranno essere messe solo nelle aree ad alto contagio

Il Comitato Tecnico Scientifico, con il verbale n.104, del 31 agosto 2020, dà indicazioni sul distanziamento sociale, l’igiene delle mani e in particolare sulle mascherine. Così come segnala La Repubblica, la mascherina, specificano i tecnici, è necessaria laddove non fosse possibile il distanziamento minimo tra i banchi.

Il Comitato Tecnico Scientifico, con il verbale n.104 del 31 agosto 2020, dà indicazioni sul distanziamento sociale, l’igiene delle mani e in particolare sulle mascherine. Così come segnala La Repubblica, la mascherina, specificano i tecnici, è necessaria laddove non fosse possibile il distanziamento minimo tra i banchi.

Nella scuola primaria (6-11 anni) la mascherina potrà essere rimossa “in condizione di staticità”, ovvero “bambini seduti al banco” con il rispetto della distanza di un metro e “l’assenza di situazioni che favoriscano l’aerosolizzazione”.

Per le scuole secondarie (medie e superiori, dai 12 ai 19 anni) la mascherina potrà essere rimossa “in condizione di staticità”, in situazioni didattiche che non favoriscano il droplets (l’espulsione di particelle di saliva), ma – si aggiunge – tutto questo sarà possibile in condizioni di “bassa circolazione virale”. In alcune aree, in cui il contagio è ancora alto, si dovrà mantenere la mascherina in classe.

In caso di cambiamento della situazione epidemiologica, il CTS valuterà se cambiare le indicazioni.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste