Mascherine, dal 1° ottobre via obbligo su bus, treni e mezzi di trasporto scolastico. A scuola FFP2 in alcuni casi

WhatsApp
Telegram

Dal 1° ottobre le mascherine FFP2 non saranno più obbligatorie sui mezzi di trasporto pubblici compresi i mezzi adibiti al trasporto scolastico. L’obbligo di indossare la mascherina era ormai decaduto in quasi tutti i contesti, ma era stato prorogato fino al 30 settembre su diversi mezzi di trasporto.

La proroga era stata prevista dal Governo fino al 30 settembre su:

1) navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;

2) treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;

3) autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;

4) autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;

5) mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;

6) mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado.

Non è al momento esclusa un’ulteriore proroga: sarà il Governo a decidere anche alla luce dei dati della pandemia.

Mascherine a scuola

L’obbligo di indossare la mascherina a scuola è decaduto il 31 agosto. Sta a studenti e personale scegliere se indossarla o no.

Come spiegato, devono invece indossare la mascherina di tipo FFP2:

  1. Bambini e studenti con sintomi respiratori di lieve entità ed in buone condizioni generali che non presentano febbre. Il vademecum indica la necessità di indossare mascherina chirurgica o FfP2  fino a risoluzione dei sintomi ed avendo cura dell’igiene delle mani e dell’osservanza dell’etichetta respiratoria
  2. personale scolastico a rischio e alunni a rischio (I e II ciclo). In questo caso la mascherina è la FfP2 e la fornitura è carico della scuola, su indicazione del medico competente. E’ il medico infatti a stabilire la condizione di rischio e ad attivare le misure necessarie.

L’utilizzo della mascherina FFP2 torna in caso di contatti stretti. Nel Vademecum inviato alle scuole sulla gestione dei contagi Covid negli ambienti scolastici il MI ricorda che si applicano le regole della circolare del ministero della Salute del 30 marzo 2022. E quindi:

A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell’autosorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2 che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto”.

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove