Mascherine a scuola, un papà dice stop: “Ritiro dalle attività scolastiche i miei due figli”

WhatsApp
Telegram

Tiene ancora banco la questione mascherina a scuola: gli ultimi giorni di lezione e gli esami di Stato gli studenti dovranno indossarla. Un papà si sfoga e invia una lettera al sito Basilicata24.it in cui annuncia il ritiro dalle attività didattiche dei figli, spiegandone le motivazioni.

Con la presente – scrive il genitore – comunico il ritiro dalle attività scolastiche dei miei figli, di anni 12 e 8, il tutto per salvaguardare la salute dei miei figli“.

Ritengo inaccettabile proseguire con delle misure a dir poco farlocche, per una questione da tempo superata, è come mantenere un limite di velocità bassissima in autostrada anche dopo aver risolto un eventuale pericolo e pretendere dagli automobilisti di non tornare a raggiungere i 130km orari per quei 200m di vecchio pericolo“, continua il genitore.

Vi domando per quale motivo nei bar, ipermercati, per strada, nelle poste, nei luoghi di ristoro, di culto eccetera eccetera termina l’obbligo di indossare le mascherine mentre nelle scuole questo obbligo rimane? Non credete che la salute di tutti gli studenti italiani, sia messa a dura prova?“, si chiede il papà con tono polemico nella lettera pubblicata da Basilicata24.it.

Non credete che a queste temperature – insiste -, che sfiorano i 40 gradi e a volte vengono pure superati, vi possa essere una cattiva, anzi adesso cattivissima perché era cattiva prima, respirazione? Non credete che per questo motivo, il cuore di ogni singolo bambino possa accelerare in maniera non del tutto naturale? Come possono i medici, gli organi di stampa, i politici tutti non ribellarsi in difesa di tutti quei bambini, ragazzi che rappresentano il futuro del nostro paese?

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro