Mascherina sì o no per la maturità? Consiglio dei Ministri del 15 giugno sarà decisivo. Le ultime notizie

WhatsApp
Telegram

Mancano 10 giorni all’inizio della maturità. Aperto il dibattito sull’utilizzo o meno delle mascherine da parte degli studenti. Il sottosegretario alla salute Andrea Costa auspica che un decreto ad hoc possa essere approvato nel prossimo Consiglio dei ministri del 15 giugno.

Secondo il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, a decidere è il presidente di commissione. Replica l’Associazione presidi tramite il presidente Antonello Giannelli: “A me non sembra che possa essere un presidente di commissione a decidere se la mascherina si tiene o no: o c’è una ragione sanitaria o non c’è”.

A Sky TG24, è intervenuto il virologo Fabrizio Pregliasco che invoca cautela sull’eliminazione delle mascherine in classe: “Ogni volta che riduciamo la probabilità di infezione, teniamo bassa la diffusione e possiamo permetterci una vita più tranquilla. Negli scritti, effettivamente si è al chiuso, in un contesto organizzato di esame con la commissione, come dire, ben distribuita e lo studente senza mascherina, questo può servire a renderlo più sereno e tranquillo, in sicurezza e in tranquillità”.

Al momento, dunque, le prove scritte si svolgeranno con la mascherina, per l’orale, invece, ancora non si sa.

Dal 15 giugno, comunque, si dirà un ulteriore addio alle mascherine. Non serviranno più al cinema, nei teatri e alle manifestazioni sportive al chiuso.

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia