Mascherine scuola, genitori: “cattivi odori e irritazioni”. Indagini della Procura di Savona

Stampa

La Procura di Savona ha aperto un’indagine per accertamenti sulle mascherine fornite alle scuole dal Ministero dell’Istruzione

Secondo quanto riferisce Ansa, il fascicolo, a carico di ignoti, ipotizza il reato di presunta frode in commercio.

Le indagini sono scattate dopo che alcuni genitori hanno riferito di cattivi odori e irritazioni provocate probabilmente dall’uso delle mascherine a scuola.

“Le mascherine inviate dal Miur sono certificate – spiega il procuratore Ubaldo Pelosi – ma vogliamo verificare che quanto affermato dai documenti corrisponda davvero nella sostanza a quanto fornito dalle ditte al ministero”.

Le mascherine sono state ritirate dalla Guardia di Finanza di Savona e ora saranno analizzate da un laboratorio.

Su questo problema era intervenuto l’Ufficio scolastico regionale per il Veneto con una FAQ. 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DIRETTA | Italia zona rossa, oggi la decisione. Alle 9.30 riunione Conte e capi delegazione. Tutti gli aggiornamenti

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur