Mascherina in classe, Azzolina: “Sarà richiesto un sacrificio importante, ma necessario”

Lunga intervista al settimanale Oggi per la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Tanti gli argomenti trattati nel corso del colloquio con il giornale. 

Sulla mascherina, la ministra Azzolina afferma: “Chiariamo un punto: siamo l’unico Paese europeo a lavorare sul distanziamento. E continueremo a farlo finché non avremo trovato il 100% degli spazi necessari. Gli altri si accontentano della mascherina. L’Italia no. Perché non dobbiamo lavorare solo per settembre, ma prepararci a un anno scolastico molto impegnativo. Le scuole non devono richiudere. Inizialmente la protezione sarà un sacrificio importante, ma necessario. Dove il distanziamento c’è, la mascherina si può abbassare, seduti al banco. Vale poi la pena di ricordare che non è stata prevista sotto i 6 anni, per i più piccoli”.

Ritorno in classe, Azzolina: “Stiamo facendo i salti mortali. Vogliamo riaprire, ma anche evitare di richiudere”

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia