Mascherina alla maturità, Cauda: “Una scelta politica. Ma servono indicazioni chiare”

WhatsApp
Telegram

Mascherine all’esame di maturità, sì o no? “E’ una scelta squisitamente politica. Dal punto di vista epidemiologico è meglio una precauzione in più che una in meno, ma vanno date indicazioni chiare”.

Così all’Adnkronos Salute Roberto Cauda, direttore di Malattie infettive al Policlinico Gemelli di Roma, commentando la confusione sull’utilizzo dei dispositivi di protezione di naso e bocca per gli esami di terza media e di maturità.

Al momento, sembra che si sia deciso di farla indossare solo agli scritti, forse perché agli scritti c’è una maggiore concentrazione di gente rispetto agli orali, dove mi auguro che sarà garantita una distanza di sicurezza fra esaminati ed esaminandi. Questa può essere l’unica ratio per fare questa scelta piuttosto che un’altra“.

Da medico posso ribadire che la mascherina è uno strumento che certo non cancella il rischio al 100%, ma lo riduce – sottolinea – E, sempre da medico, io uso ancora la mascherina nei luoghi affollati, anche all’aperto quando ci sono dei rischi, indipendentemente dalle disposizioni di legge. La considero uno strumento in più per proteggermi. Non dimentichiamo che le mascherine insieme alle vaccinazioni ci hanno consentito di fare didattica in presenza quest’anno, praticamente sempre“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur