Mascherina a scuola, Rasi: “Lascerei liberi gli studenti. Dopo la scuola hanno una vita sociale e non la indossano più”

WhatsApp
Telegram

“Fatto salvo che la mascherina rimane un presidio per proteggere l’individuo e ciascuno di noi dovrebbe ormai sapere come, la Ffp2 ben stretta sul naso, e quando usarla in base alle circostanze, nell’ultimo mese di scuola lascerei liberi i bambini e i ragazzi dall’obbligo della mascherina. Dopo la scuola hanno una vita sociale e tante interazione che non prevedono più l’obbligo della mascherina. Magari l’insegnante può considerare di tenerla in aula”.

Lo sottolinea all’Adnkronos Salute Guido Rasi, responsabile scientifico Consulcesi ed ex direttore esecutivo dell’Agenzia europea del farmaco Ema, intervenendo sulle polemiche per la proposta della Lega di togliere l’obbligo delle mascherina a scuola.

E poi bisogna tenere le finestre possibilmente aperte dove le condizioni lo permettono per una buona ventilazione“, conclude Rasi.

Stop mascherine in classe. Sasso, “Fa troppo caldo, già in tante zone siamo sopra i 30 gradi”. Lopalco: “Nelle prossime settimane, si spera”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur