Marzo sarà il mese dei concorsi per docenti, rischio flop se non si assumono gli idonei

WhatsApp
Telegram

Il mese di marzo si prospetta ricco di prove di concorso per diventare insegnante: “sono in corso e stanno per essere avviate tante procedure che potrebbero permettere di avere migliaia di docenti in ruolo da settembre”, scrive la stampa specializzata.

“È vero – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief –  il corrente mese di marzo potremmo definirlo come il mese di concorsi: dal 14 si svolgeranno le prove scritte della secondaria; entro due giorni dopo, il 16 marzo, si potranno presentare le domande per la procedura STEM; sono inoltre in corso prove orali primaria e infanzia”.

“Ci sono almeno un paio di aspetti da riconsiderare – dice il presidente Anief – : il primo è quello di collocare tutti i candidati che sono risultati o risulteranno idonei nelle graduatorie di merito dei concorsi in atto e a questo proposito abbiamo anche presentato un emendamento al decreto Sostegni ter. In caso contrario ci ritroveremo con un candidato solo su dieci assunto e tutti gli altri bocciati. il secondo è permettere l’attivazione di prove suppletive per tutti quei candidati che non si sono potuti presentare alle convocazioni dell’amministrazione perché in quarantena da Covid19, per il quale abbiamo predisposto appositi ricorsi. Sono richieste lecite, che siamo pronti a portare avanti anche davanti al giudice e fino all’ultimo grado di giudizio”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur