Marzana (M5S): PON inclusione, inconcepibile eliminazione attività sportive

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“È a dir poco contraddittoria la scelta operata dal Ministero dell’istruzione di non finanziare con il nuovo bando sull’inclusione sociale e la lotta al disagio i progetti scolastici di educazione motoria e sportiva.

Di fatto il Miur preclude ai giovani preziose occasioni di crescita personale e sociale”, dichiara la deputata del MoVimento 5 stelle Maria Marzana.

Anche il precedente PON 2016 finanziava progetti di “Educazione motoria; sport; gioco didattico”. Inspiegabilmente nel nuovo PON dello scorso marzo non c’è traccia. Infatti il PON 2018 nonostante in premessa ribadisca l’invito a promuovere azioni di sostegno agli studenti (attività integrative, incluse quelle sportive, in orario extrascolastico), tra le attività finanziabili esclude proprio quelle motorie e sportive, contraddicendo le finalità di integrazione e inclusione sociale che il bando stesso si propone di conseguire.

“Il Miur con questa scelta cancella delle occasioni formative extrascolastiche fondamentali come il Baskin, un modello innovativo di gioco del basket molto inclusivo. Proprio qualche giorno fa, continua la Deputata Marzana, grazie al Prof. Giuseppe Battaglia e all’Associazione SuperAbili di Avola, ho avuto modo di conoscere da vicino il Baskin. Ho constatato come questo sport permetta a tutti, persone normodotate e persone con qualsiasi disabilità, di giocare nella stessa squadra, di esprimere e sviluppare ciascuno le proprie abilità e di partecipare a un vero e proprio laboratorio sociale.

Ho inviato una lettera alla Ministra e ai suoi dirigenti affinché reintroduca nel finanziamento le attività motorie e sportive e proroghi la scadenza dell’avviso prevista per il 9 maggio in modo da porre immediato rimedio a questa inconcepibile esclusione”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione