Marcucci (PD): “Conte intervenga sui ministri. Reputa Azzolina la migliore ministra possibile per la scuola? Ne prenderemo atto”

Stampa

“Non sono a favore di un rimpasto come si dice voglia Renzi. Non sono renziano, ho la mia identità. Peraltro non condivido affatto la posizione di Renzi sul Dpcm”.

“Ma ci vuole un chiarimento politico per garantire forza al governo. Non possiamo andare con un equipaggio incerto e criticato in balia delle onde.  Occorre una guida sicura, una maggioranza forte e coesa che dia  all’esecutivo le basi di autorevolezza sia nei confronti del Paese che della comunità internazionale e finanziaria”.

Così in un’ intervista a ‘La Repubblica’ il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci, dopo aver chiesto al premier Conte una verifica di governo.

“Non sono tollerabili le voci su cambi di ministri, c’è bisogno di ascoltare la voce del premier”:  spetta al presidente del Consiglio “valutare se i ministri sono o meno adeguati”, rimarca il capogruppo dei senatori dem.

Il riferimento è soprattutto al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina: “Personalmente ho avuto uno scontro frontale con la ministra Azzolina sul decreto  scuola. Se il premier tuttavia ritiene che il migliore ministro possibile della Scuola sia Azzolina, ne prenderemo atto”.

E a chi, all’interno del Pd, lo accusa di essere il capogruppo  aggiunto di Italia Viva, Marcucci replica: “So che alcuni  strumentalmente lo dicono. Non hanno capito nulla di quello che è successo. Soprattutto ritengo che non mi conoscano. Quanto al mio  incarico, è sempre per sua natura a disposizione. Cercherò un confronto aperto e serio”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia