Marcucci: concorso sì ma non con la pandemia. Il PD continua a chiedere procedura per titoli e servizio

Stampa

Concorso straordinario per il ruolo: il capogruppo Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci risponde alle parole della Sen. Granato che si era detta certa dell’appoggio del PD sulla procedura selettiva da svolgere in estate. 

“Continuo a pensare che il concorso sia la via maestra per accedere all’insegnamento. Eccetto durante una pandemia. È questa non piccola differenza che evidentemente sfugge alla Ministra Azzolina ed alla deputata 5 stelle Granato” ha affermato Marcucci.

“È sicuramente una buona notizia aver previsto 16 mila nuove assunzioni – prosegue il deputato –  ci siamo battuti per questo, come d’altra parte proponeva un emendamento Pd da me presentato insieme al senatore Verducci e ai colleghi di Leu e Autonomie. I 16mila posti in più sono una buona notizia, che non cambia la nostra volontà di modificare il percorso voluto dalla Ministra Azzolina”

“Non è tempo di grandi eventi nè per lo sport e la musica, non può esserlo magicamente per la scuola – conclude capogurppo PD –  È tempo di avviare una procedura per titoli e servizio che consenta con certezza di assumere i docenti precari con 3 anni di esperienza entro l’inizio del nuovo anno scolastico”.

La Sen. Granato, ribadendo la volontà del M5S di portare avanti il concorso straordinario come delineato dalla legge 159/2019, aveva dichiarato “Su questo siamo certi di avere l’appoggio anche del partito democratico, il cui attuale capogruppo al Senato, Andrea Marcucci, nel 2015 dichiarava che il concorso deve essere l’unico canale di accesso al mondo della scuola.”

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!