Marche verso la zona arancione, vaccini anche in palestra scuola. Dal 1° marzo somministrazione a docenti

WhatsApp
Telegram

Le Marche sono a rischio zona arancione. Già in vigore l’ordinanza del presidente della Regione Francesco Acquaroli che limita gli spostamenti da e per la provincia di Ancona, la più colpita dal contagio, dal 17 febbraio fino alle 24 di sabato, ma non quelli all’interno della stessa provincia.

Per venerdì sono attese le nuove ordinanze del Ministero della Salute, con l’attribuzione dei colori alle diverse regioni. A preoccupare nell’Anconetano è la variante inglese che continua a circolare e, secondo il direttore del laboratorio di Virologia degli Ospedali Riuniti Stefano Menzo “ormai è prevalente”.

Da sabato 20 febbraio partono le vaccinazioni per gli over 80. Oggi c’è stato un incontro tra l’assessore alla sanità Filippo Saltamartini e i rappresentanti dei medici di base, per un loro “pieno coinvolgimento” nel piano di somministrazione agli anziani, in modo da “servire in modo omogeneo le popolazioni anche dei territori più disagiati, sia a livello ambulatoriale e a livello domiciliare”. Quindici i punti di vaccinazione predisposti, ma dopo le proteste di parte della popolazione, si cercano anche altre sedi alternative, come a Fermo, dove è stata presa in considerazione la palestra di una scuola.

Dal primo marzo inizierà la somministrazione dei vaccini al personale della scuola.

Scuole Marche, dal 1° marzo vaccino al personale della scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur