Manovra, Draghi pronto a mettere 2 miliardi in più. Ma per i sindacati non basta

WhatsApp
Telegram

“Il governo ha indicato ai sindacati la disponibilità di 2 miliardi in più e la possibilità di una decontribuzione una tantum per quest’anno”. Così il segretario Cgil, Landini, al termine dell’incontro con Draghi sulla Manovra.

Per i sindacati non è sufficiente. Non si é capito chi riguarderebbe e come verrebbe spesa“, incalza.

Abbiamo riproposto con forza la lotta al precariato -dice-Prima del CdM di domani Draghi ci risentirà ancora“.

Sbarra, Cisl, chiede che “la misura sia strutturale“. Bombardieri, Uil: “Valuteremo risposte governo“.

Domani, dunque, è previsto un Consiglio dei Ministri in cui si esaminerà l’emendamento finale alla del decreto fiscale.

I circa 2 miliardi di avanzo sul 2022 derivanti dal minor costo del taglio di Irpef e Irap saranno destinati in parte al taglio delle bollette, in parte a una decontribuzione una tantum, riporta l’Ansa.

E sulla decontribuzione Sbarra leader della Cisl spieha: “Abbiamo apprezzato che il governo abbia messo un miliardo e mezzo per la decontribuzione per fasce di reddito al di sotto dei 47mila euro, per i lavoratori dipendenti. Una misura temporanea che abbiamo chiesto diventi strutturale“.

E ancora: “Un confronto importante. Il governo ci ha presentato l’impianto di ripartizione dei 7 miliardi sull’Irpef: l’85% viene destinato nelle fasce di reddito al di sotto dei 50 mila euro per lavoratori dipendenti e pensionati. Abbiamo chiesto di rafforzare ulteriormente gli sgravi fiscali per le persone collocate nelle fasce medio basse, basse“. Così il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi.

In particolare, ha fatto sapere il governo, il 47% delle risorse destinate al taglio delle tasse in manovra andranno ai redditi più bassi. Ai redditi fino a 15mila euro andrà 1,1 miliardi e a quelli da 15mila a 28mila euro 2,2 miliardi.

Dunque alle fasce più basse andranno in totale 3,3 miliardi, quasi la metà dei 7 miliardi disponibili in manovra per il taglio dell’Irpef.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti