Manovra bis, le misure per scuola e pubblico impiego. Abolite le festività laiche

di redazione
ipsef

red – Abolite le feste non religiose, rimandata la pensione per 414 dirigenti e per i docenti arriva la "finestra mobile". Per le amministrazioni arriva anche una sorta di punizione, di fatti, i dipendenti delle amministraizioni che non rispettano gli obiettivi di spesa non riceveranno la tredicesima. Non comprendiamo se questo provvedimento riguarderà anche le scuole.

red – Abolite le feste non religiose, rimandata la pensione per 414 dirigenti e per i docenti arriva la "finestra mobile". Per le amministrazioni arriva anche una sorta di punizione, di fatti, i dipendenti delle amministraizioni che non rispettano gli obiettivi di spesa non riceveranno la tredicesima. Non comprendiamo se questo provvedimento riguarderà anche le scuole.

Di certo, sono state, di fatto, abolite le festività non religiose. Infatti, la manovra abolisce le festività infrasettimanali "non concordate". Le feste laiche, in breve, saranno "accorpate" di domenica. Di fatto abolite le feste del25 aprile, 1 maggio e 2 giugno, ad esempio.

 

Per quanto riguarda le pensioni, l’unica novità consiste nell’applicazione della "finestra mobile" che allunga l’età pensionabile di quasi un anno.

Nessun ritocco, almeno per il momento, agli stipendi, come invece suggerito dalla BCE. Anche se, bisogna ricordare che gli stipendi dei docenti hanno un contratto scaduto dal 2009 e gli scatti di anzianità sono bloccati fino al 2014.

Rimangono, inoltre, in servizio 414 dirigenti scolastici. E’ imminente l’ arrivo di un decreto del presidente. Una buona notizia per i dirigenti, un po’ meno per gli aspiranti tali.

Per il resto vi rimandiamo al video della conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla manovra bis.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione