Manovra, assegno 240 euro a figlio. Gualtieri: bonus Renzi resta

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sostegno alle famiglie con un assegno mensile di 240 euro per ogni figlio, tra le ipotesi in vista della prossima Manovra del Governo.

Al vaglio del Governo ci sarebbe un assegno unico da 240 euro al mese per ogni figlio. Un aiuto sostanzioso, quindi, specialmente per le famiglie numerose. L’assegno verrebbe erogato dal settimo mese di gravidanza e fino al compimento dei 18 anni. Non ci sarebbero limiti di reddito e l’assegno aumenterebbe del 40% in caso di disabilità. Tra le ipotesi anche un assegno per i maggiorenni e fino ai 26 anni di 80 euro.

Il problema principale nell’attuare la misura è la mancanza di risorse disponibili. Verrebbero quindi eliminati assegni familiari, detrazioni e i vari bonus (bebè, asilo nido e premio nascita).

Non si esclude che per trovare le risorse a sostegno delle famiglie vengano rivisti anche gli 80 euro di bonus di Renzi. Il ministro dell’economia Gualtieri però su tale punto precisa: “Il bonus di 80 euro non sarà eliminato: è comunque intenzione del governo avviare una più generale riforma dell’Irpef ma non si può fare nei pochi giorni che ci separano dalla manovra“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione