Manovra, Ascani: valorizzare insegnanti e ridurre costo libri scolastici

Stampa

Anna Ascani, in un’intervista, parla delle priorità sulla scuola da inserire nella prossima Manovra e dell’idea di potenziare i percorsi scuola-lavoro negli istituti tecnici.

Nei prossimi giorni inizieremo a dettagliare le priorità, anche in vista della manovra. Le priorità saranno tre per me e il PD: valorizzazione degli insegnanti e più formazione, un sistema di valutazione serio che sostenga e aiuti le scuole, diritto allo studio, a partire dal costo dei libri scolastici che pesa sulle famiglie e va ridotto” così Anna Ascani a Il Sole 24 Ore.

La vice ministra si è soffermata poi sul tema dell’istruzione e del lavoro, che “non possono viaggiare su binari paralleli”. “Penso agli istituti tecnici superiori, un’esperienza di eccellenza, che vogliamo far decollare, magari assieme a Mise e ministero del Lavoro – continua Ascani – Il taglio a ore e fondi ai percorsi di scuola lavoro deciso dal precedente governo è stato un errore. In un Paese con un’elevata disoccupazione giovanile, i ragazzi non possono terminare la scuola senza aver mai messo il naso fuori dalle proprie aule“.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione