Manovra antisoffocamento, in arrivo un ddl per salvare i bambini a scuola

WhatsApp
Telegram

Ogni anno in Italia, secondo l’Istituto superiore di Sanità, si verificano circa 450 episodi di inalazione di corpo estraneo ogni anno, con una mortalità che si aggira intorno a 30 bambini con meno di 4 anni ogni anno.

In particolare, il 65 per cento delle vittime sono bambini da 2 mesi a 2 anni di vita.

A salvare la vita serve la cosiddetta ‘manovra di Heimlich’, dal nome del medico americano, Henry Heimlich (morto nel dicembre scorso), che l’ha ideata, praticata e diffusa in tutto il mondo. La manovra è una tecnica di primo soccorso, basata sulla pressione esercitata, da dietro, sul diaframma della persona in difficoltà, in modo da provocare l’espulsione dell’oggetto dalla trachea e liberare le vie respiratorie. Si stima che la manovra che prende il suo nome abbia salvato, solo negli Stati Uniti, circa 50 mila persone

Il senatore di Ala-Sc Pietro Langella ha presentato un ddl che preveda di intervenire almeno nelle scuole per scongiurare gli esiti infausti di banali incidenti durante i pasti.

Nella relazione che accompagna il ddl, si sottolinea la necessità che la manovra venga maggiormente diffusa e in taluni contesti, dove la presenza dei bambini è prevalente (asili nido, scuole primarie, colonie, mense scolastiche, campi estivi), e che venga resa obbligatoria, attraverso la previsione di una formazione ad hoc di unità del personale che siano in grado di intervenire correttamente con questa manovra salvavita.

L’art. 1 del ddl, depositato a fine marzo e in attesa di assegnazione in commissione, prevede che nelle scuole dell’infanzia, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado nonché nei contesti ricreativi frequentati da bambini in età compresa tra 0 e 12 anni compiuti “è prevista la formazione di un’unità del corpo docente o non docente per ogni centocinquanta bambini, o frazione, capace di eseguire la manovra di disostruzione delle vie aeree”.

E negli istituti comprensivi, “il dirigente scolastico assicura la presenza di almeno un’unità formata ad eseguire la manovra di disostruzione delle vie aeree presso ogni plesso”.

L’art. 2 disponde che la formazione del personale docente interessato i fini di cui all’articolo 1 è effettuata da istruttori in ‘Basic life support-Defibrillation’ e in ‘Pediatric basic life support-Defibrillation’ accreditati presso le strutture del servizio di emergenza territoriale 118 del Servizio sanitario nazionale e abilitati ai sensi di legge.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito