Manovra 2022, la commissione Istruzione chiede più fondi per la professionalità dei docenti e criteri oggettivi per l’assegnazione delle risorse

WhatsApp
Telegram

La settima commissione Istruzione del Senato, presieduta da Riccardo Nencini, formula un parere favorevole in merito alla legge di bilancio 2022, ma fissa alcune condizioni per quanto concerne la valorizzazione professionale dei docenti.

“In merito all’articolo 108, che stanzia 240 milioni di euro a decorrere dal 2022 per la valorizzazione della professionalità dei docenti della scuola”, si legge sul documento elaborato dalla commissione Cultura e Istruzione, che si chiariscano le finalità della misura”.

Inoltre, “tenuto conto che, sotto il profilo economico, si tratterebbe di un riconoscimento del tutto impercettibile, che siano significativamente incrementate le risorse”. Praticamente i parlamentari in commissione chiedono più soldi per questa voce.

Infine, viene segnalata “l’esigenza che, dal punto di vista professionale, la dedizione nell’insegnamento e l’impegno nella promozione della comunità scolastica rappresentino criteri oggettivi, non suscettibili di discrezionalità“.

Si tratta di uno dei temi maggiormente criticati, in special modo dai sindacati, che nel frattempo hanno annunciato la non conciliazione e il prossimo sciopero.

Bianchi-sindacati, nessuna conciliazione. Si va verso lo sciopero. Poche risorse per il personale scolastico

Adesso però, la partita più importante viene giocata dagli emendamenti che le forze politiche presenteranno. La scadenza di presentazione degli emendamenti è previsto per il 29 novembre.

Legge di Bilancio, il via libera dal Senato entro il 17 dicembre, ok definitivo prima di Natale. I possibili tempi di approvazione

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA