Manifestazione 28 novembre a Roma: per un contratto vero ai lavoratori pubblici

WhatsApp
Telegram

La manifestazione, guidata da oltre 20 sigle, rappresenterà tutti i comparti del pubblico impiego dalla scuola alla sanità, dalle funzioni centrali ai servizi pubblici locali, dalla sicurezza e soccorso all’università e la ricerca, saranno migliaia i lavoratori che sfileranno nel corteo di protesta in Piazza Madonna di Loreto a Roma.

La manifestazione, guidata da oltre 20 sigle, rappresenterà tutti i comparti del pubblico impiego dalla scuola alla sanità, dalle funzioni centrali ai servizi pubblici locali, dalla sicurezza e soccorso all’università e la ricerca, saranno migliaia i lavoratori che sfileranno nel corteo di protesta in Piazza Madonna di Loreto a Roma.

Il concentramento della manifestazione è previsto a piazza della Repubblica alle ore 12 di sabato 28 novembre da dove partirà il corteo diretto a Piazza Venezia, dove, nelle vicinanze, sarà allestito il palco per i comizi.




Il messaggio da inviare al governo è chiaro: non si può rinnovare un paese lasciando nell’abbandono il pubblico impiego e i servizi pubblici. Serve un rinnovamento grazie ad investimenti in scuola, sanità, sicurezza, prevenzione, trasporti e welfare per rimettere in moto il Paese. I lavoratori del pubblico impiego protestano in attesa di conoscere quali sono le risposte che il governo ha da dare riguardo i vincoli che legano la contrattazione decentrata e il rinnovo dei contratti che aspettano ormai da tanti, troppi anni.

La Legge di Stabilità ha previsto troppe norme e poca attenzione al lavoro dei pubblici impiegati prevedendo oltre all’indecoroso aumento “mancia” scelte sbagliate sia sulla scuola che sulla Pa.  “Il  contratto da rinnovare subito è un diritto delle lavoratrici e dei lavoratori, come la garanzia di servizi nuovi, avanzati e veloci lo è dei cittadini. La sola via è riaprire la contrattazione, per questo saremo in piazza a Roma il 28 novembre. E non ci fermeremo finchè non avremo le risposte che i lavoratori e il Paese si aspettano e meritano”.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi