Manfredi: “Il sistema universitario funziona, in aula i contagi sono ridotti al minimo”

Stampa

“A settembre volevamo partire con sistema misto – presenza e distanza – consapevoli che ci saremmo trovati di fronte ad una fase espansiva del virus: così è avvenuto; gli atenei hanno aperto con offerta a distanza e alcuni corsi in presenza, privilegiando le matricole”.

“Il sistema sta funzionando, in aula i contagi sono ridotti al minimo ma c’è un problema di pressione sui sistema dei trasporti. Casi di cluster all’interno delle aule non ne abbiamo. C’è una pressione su quello che gira intorno all’università, dobbiamo modulare gli interventi: chiudere alcuni corsi in presenza e altri continuare a farli”.

Così il ministro dell’Università Gaetano Manfredi al 35 mo convegno dei giovani imprenditori.

E ancora: “Questa riforma l’abbiamo fatta utilizzando l’emergenza, perché l’Italia è un Paese dove le riforme si
fanno solo in emergenza. Quando le condizioni sono normali diventa  difficile fare dei cambiamenti. Siamo un Paese profondamente  conservatore. Ora c’è un disegno di legge che sarà approvato in uno  dei prossimi Consiglio dei ministri che prevede la possibilità di un  sistema di lauree abilitanti. Questo ha un duplice vantaggio, da un  lato accorciare l’ingresso nel mondo del lavoro per i giovani  laureati, ma anche di inserire i tirocini professionalizzanti”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa