Mancato invio domanda GPS, non ci sono giustificazioni. Lettera

Lettera

inviata da Fabiana Paciello – Egregia redazione di Orizzonte Scuola, nelle ultime settimane sono stati pubblicati diversi articoli relativi alle nuove GPS, alla modalità d’invio della domanda e alle problematiche connesse a tale modalità. Tra questi articoli ce n’è uno che mi ha lasciata sorpresa e risale a sabato scorso. In esso si afferma che molti aspiranti non sono riusciti a compilare o inoltrare la domanda entro il termine di scadenza, per cui ora devono sperare nella messa a disposizione per ottenere una supplenza.

Per quanto la procedura di compilazione e invio della domanda si sia rivelata complessa, vorrei far notare che ci sono stati 15 giorni di tempo per provvedere, e mi sembra strano che ogni giorno si siano presentati dei problemi.

Io, ad esempio, ho compilato e inviato la domanda una prima volta il 23 luglio perché volevo togliermi subito il pensiero. Quando ho aperto il pdf ho rilevato degli errori di abbinamento tra le classi di concorso che avevo scelto e le scuole corrispondenti, ma non mi sono persa d’animo.

Capendo che all’inizio il sistema faticava a funzionare a causa di un numero eccessivo di utenti collegati, ho lasciato passare qualche giorno.

Il 27 ho compilato e inoltrato nuovamente la domanda e stavolta il pdf non conteneva alcun errore.

Non voglio accusare nessuno, ma forse le persone che non sono riuscite a compilare e inoltrare la domanda non hanno compreso bene il meccanismo e non si sono nemmeno rivolte a un sindacato per farsi aiutare. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia