Mancata informazione sulle ricadute della pandemia a scuola, Azzolina querelò Turi (Uil Scuola). Giudice: nessun intento diffamatorio

WhatsApp
Telegram

“La richiesta di informazioni chiare e inequivocabili sui dati della pandemia riferiti alla scuola aveva suscitato la reazione del ministro. I tempi sono quelli del covid, il ministro era Azzolina, segretario generale Pino Turi. Le critiche avevano indotto l’allora Ministro a querelare Pino Turi per diffamazione sostenendo l’infondatezza delle osservazioni fatte e il tono, a suo dire, diffamatorio”.

Così in una nota la Uil Scuola Rua ricorda la vicenda giudiziaria di alcuni anni fa che ha coinvolto l’ex ministra dell’istruzione Lucia Azzolina e Pino Turi, già segretario generale della Uil Scuola Rua.

In questi giorni giunge a conclusione, il lungo iter giudiziario della denuncia per diffamazione che l’allora Ministero dell’Istruzione Onorevole Lucia Azzolina aveva presentato a carico dell’allora Segretario Generale della UIL Scuola Pino Turi.
A distanza di qualche anno la giustizia ha fatto il Suo corso affermando, senza ombra di dubbio, che le critiche non contenevano alcuna affermazione diffamatoria e che rappresentavano un giusto diritto di critica.
La Federazione UIL Scuola, con il Suo Segretario Pino Turi, aveva diritto a criticare e biasimare la mancata informazione legata alle ricadute della pandemia nella scuola. Giustizia è stata fatta” conclude la nota.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri