Supplenze: mancano maestre. Ecco dove, appello gira su Whatsapp

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’appello è stato pubblicato dalla Tribuna di Treviso e riguarda alcune scuole della provincia. Graduatorie vuote, insegnanti lavorano già nelle scuole paritarie, supplenti non accettano incarichi per pochi giorni. 

Supplenze maestre da coprire

Il quotidiano pubblica un appello che dalla scuola ha fatto il giro su Whatsapp:  “L’istituto comprensivo di Giavera chiede se abbiamo diplomati magistrali disposti a far supplenza nelle scuole per infanzia o primarie. Le graduatorie sono esaurite e le malattie avanzano. Contattate la segreteria di Giavera-Nervesa per disponibilità o girate il messaggio e chi può essere disponibile”

Fatti analoghi – si legge ancora – si verificano anche nell’istituto comprensivo di Volpago.

Abbiamo già denunciato il problema a settembre. […] le università venete formano meno laureati di quanti ne servirebbero. Da qui nasce la carenza di supplenti“, spiega Marta Vidotto, responsabile regionale Cgil Scuola.

Un problema che il neodirigente dell’USR Veneto conosce bene, tanto da averlo menzionato nel suo discorso di insediamento  Mancano Presidi, maestre e docenti di sostegno: scuole Veneto in difficoltà

La problematica è comune anche ad altre province. Anche l’istituto comprensivo di Porto Azzurro (LI) cerca maestre

Le mad (domanda di messa a disposizione)

Si possono utilizzare, ma spesso le supplenze sono di pochi giorni ed è difficile reperire le maestre disponibili a coprire tali posti. Una problematica che però non può essere risolta né con l’utilizzo improprio del docente di sostegno, né con lo smistamento degli alunni nelle altre classi.

Lo speciale Supplenze di OrizzonteScuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione