Manca il personale ATA, a Firenze oltre 300 supplenze. L’allarme dei sindacati: neanche un collaboratore scolastico per istituto

WhatsApp
Telegram

Pochi giorni all’apertura del nuovo anno scolastico. Manca il personale ATA. Una situazione che già avevamo previsto, numeri alla mano, con oltre 27 mila posti vacanti dopo le operazioni di mobilità e circa 10 mila assunzioni in ruolo. L’allarme arriva oggi da Firenze, dove si è svolta un’assemblea organizzata da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda del personale ATA.

Una situazione così “non si era mai verificata a Firenze, segno della gravità della situazione”. Saranno 317 i posti che andranno a supplenza e che invece sarebbero dovuti essere coperti con le immissioni in ruolo. “Servono di media due collaboratori in più a istituto, mentre al momento non siamo neanche a uno per istituto”.

“Le scelte dell’Ufficio scolastico regionale (Usr) – affermano ancora i sindacati – sono inadeguate ai bisogni e incomprensibili, basti vedere cosa fanno nelle altre regioni con numeri di istituti simili alla nostra, come Emilia Romagna e Piemonte, dove per il personale Ata si concede alle scuole il quadruplo dei posti in deroga toscani. Chiediamo all’Usr di cambiare rotta, aumentando gli organici Ata; lanciamo poi un appello alla Regione Toscana, affinché intervenga su questa situazione”, hanno detto i sindacati.

Al termine dell’assemblea è stato approvato da lavoratori e sindacati un documento e se rimarranno “senza risposte, lavoratori e sindacati si sono detti pronti a iniziative di mobilitazione fin dai primi giorni del nuovo anno scolastico”.

Domani intanto Anief scende in piazza a Roma per chiedere la conferma dell’organico Covid.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur