“Manca il parere del Garante”: a Pordenone tutte le adesioni degli insegnanti dovranno essere distrutte

Stampa

Così come segnala Il Gazzettino, vaccinazione per il personale scolastico stoppata in provincia di Pordenone.

Le scuole hanno interrotto la raccolta delle adesioni al vaccino di insegnanti e dipendenti. Tutto sospeso. Non solo, saranno distrutte (sia in formato cartaceo che virtuale) anche le adesioni già inviate ai dirigenti scolastici.

Gli insegnanti, secondo la procedura, devono inviare il proprio consenso (nome e cognome) al proprio dirigente, che successivamente trasmette il tutto all’Azienda sanitaria.

Alcuni docenti, però, si sono rivolti al responsabile della protezione dei dati che segue le scuole del territorio per sollevare alcuni dubbi sulle procedure di adesione alla vaccinazione. Il legale ha richiesto un parere formale al garante per la protezione dei dati personali, che dovrà esprimere prossimamente un parere sulla liceità del procedimento.

Nel frattempo, però, si è fermata immediatamente la raccolta delle adesioni al vaccino e addirittura distruggere quelle già inviate. Il tutto in attesa del parere del garante.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi