Mamma condannata per diffamazione contro maestra, Sasso: “Certi genitori non hanno il minimo rispetto, bene la multa”

WhatsApp
Telegram

La mamma insulta la maestra su Facebook e viene condannata per diffamazione. Sull’argomento interviene il deputato della Lega, Rossano Sasso.

“Se un bimbo non riesce a trattenerla non è colpa della maestra, a meno che non lo abbia tenuto legato alla sedia. Certi genitori non hanno il minimo rispetto delle insegnanti, in questo caso dell’infanzia, alle quali dovrebbero solo dire grazie per il lavoro non certo facile che ogni giorno svolgono“, spiega l’ex sottosegretario all’Istruzione, che poi aggiunge: “È loro dovere certo e per questo vengono retribuite con uno degli stipendi più bassi d’Europa (ai quali stiamo ponendo gradualmente rimedio). È fondamentale che genitori e maestre si confrontino sulla difficoltà del bambino e condividano una strategia per risolvere tale problema. Certamente non si risolve accusando la maestra di “rubare lo stupendio”.

“Bene la multa dunque. Ci vuole rispetto per i nostri insegnanti”, conclude.

Leggi anche

Mamma insulta maestra di scuola dell’infanzia su Facebook: “Rubi lo stipendio”. Condannata a 1000 euro di multa per diffamazione

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€