Maltrattamenti su minori a scuola, Forza Italia: introdurre al più presto telecamere

Stampa

Ancora un caso di maltrattamenti su bambini in una scuola dell’infanzia. Forza Italia chiede le telecamere di videosorveglianza.

Anche oggi le cronache riportano un caso di maltrattamenti ai danni di bambini molto piccoli, che sarebbero stati perpetrati da due maestre di una scuola materna: botte, insulti, umiliazioni contro piccoli indifesi. Intanto, la
mia proposta di legge, che prevede l’installazione di sistemi di videosorveglianza nelle scuole e nelle strutture per anziani e disabili, è ferma in Senato. Mi auguro che, in seguito a quella che è una vera e propria escalation di violenza certificata dalle cronache, la maggioranza apra gli occhi e dia il via libera all’approvazione della mia proposta, abbandonando il pregiudizio ideologico di cui stanno pagando le conseguenze i soggetti più indifesi della società e le loro famiglie“. Lo ha affermato Gabriella Giammanco, vicepresidente di Forza Italia in
Senato.

Così anche Renato Schifani, senatore FI chiede urgentemente un provvedimento per l’obbligo delle telecamere: “Forza Italia ha fatto della battaglia per la videosorveglianza nelle scuole per l’infanzia una battaglia di civiltà ma la proposta di legge è finita in qualche cassetto per espressa volontà di chi ci governa. La vera e propria emergenza che stiamo ormai vivendo richiede un provvedimento immediato: l’esecutivo dimostri un po’ di responsabilità ed introduca l’obbligo delle telecamere. Le somme stanziate ci sono, grazie all’iniziativa del mio partito. Ora servono i fatti. Diamo prova di essere un Paese civile che tutela persone indifese“.

Visto che a sinistra si fa un gran parlare di rilancio dell’azione di governo, allora che inizino da qualcosa che interessa tantissime famiglie italiane: l’introduzione di sistemi di videosorveglianza in asili e strutture per anziani e disabili a tutela dei più deboli“. E’ quanto ha dichiarato la deputata di
Forza Italia Annagrazia Calabria.  “Approvata alla Camera su testo a mia prima firma, quella proposta ha subito un sabotaggio politico da parte della
maggioranza per inspiegabili e inaccettabili posizioni ideologiche. Un’impasse che inchioda il legislatore ad una evidente responsabilità di fronte a fatti gravi che accadono in tutta Italia“, ha concluso la deputata.

Maltrattamenti su bambini in un asilo, arrestate due maestre

 

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!