Malpezzi e Coscia (PD), M5S vota contro stabilizzazione precari infanzia. M5S, non siate impulsive, ci siamo astenuti

di redazione
ipsef

Botta e risposta tra deputate del PD ed esponenti del Movimento 5 stelle relativamente al voto, oggi alla Camera, sulla stabilizzazione dei precari dell'infanzia comunali.

Botta e risposta tra deputate del PD ed esponenti del Movimento 5 stelle relativamente al voto, oggi alla Camera, sulla stabilizzazione dei precari dell'infanzia comunali.

Un messaggio sulla pagina FaceBook dell'On Maria Coscia avverte che il Movimento 5 stelle ha votato contro un suo parere per la stabilizzazione dei docenti precari delle scuola d'infanzia comunali.

"Un piano di assunzione straordinario – si legge in un comunicato del partito – su base triennale che consentirà un avvio regolare del prossimo anno scolastico e darà finalmente una risposta  alle famiglie che hanno bisogno di questo servizio ma, soprattutto, alle tante professionalità che in questi anni sono state vittime di un cattivo reclutamento da parte degli enti locali". 

Duro l'attacco al M5S da parte degli onirevoli Malpezzi e Miccoli, che viene accusato di dire no nelle sedi parlamentari, mentre "di fronte all'opinione pubblica insiste con la propaganda e le promesse che non potrà mantenere."

Alle accuse del PD, il M5S risponde con un comunicato, nel quale si invitano i deputati del PD “ a essere meno impulsivi e a rileggere il resoconto dei lavori odierni. Infatti, non abbiamo votato contro il parere del relatore DDL enti locali, come da loro affermato, ma ci siamo astenuti. Un’astensione che ha ragioni molto chiare e semplici: purtroppo il provvedimento sulla stabilizzazione del personale precario delle scuole dell'infanzia comunali non porterà a un miglioramento sostanziale rispetto alla situazione attuale. Insomma, si tratta di una misura spot buona molto più nella forma che non nella sostanza”. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare