Malore durante l’ora di educazione motoria, alunna muore a 15 anni dopo due giorni di agonia. Il preside: “Siamo affranti e distrutti”

WhatsApp
Telegram

Una tragedia ha colpito la comunità scolastica di un istituto superiore in provincia di Milano, dove una studentessa di 15 anni ha perso la vita in seguito a un malore durante l’ora di educazione fisica lo scorso 18 ottobre. 

Nella mattinata di mercoledì, mentre correva insieme ai suoi compagni di classe, la giovane si è improvvisamente accasciata a terra, perdendo conoscenza davanti agli occhi dell’insegnante. La pronta reazione del personale scolastico ha permesso di attivare immediatamente i soccorsi: una chiamata al 118, interventi di massaggio cardiaco e l’utilizzo del defibrillatore sono stati cruciali in attesa dell’arrivo dell’eliambulanza che ha trasportato la studentessa all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Nonostante l’intervento tempestivo, la ragazza non ha mai ripreso conoscenza. Dopo due giorni di lotta nel reparto di terapia intensiva, collegata ad un cuore artificiale, la giovane ha esalato l’ultimo respiro.

La notizia della scomparsa ha sconvolto studenti, docenti e genitori, unendo la comunità scolastica nel dolore. Le parole del preside dell’istituto rispecchiano il senso di smarrimento e tristezza che pervade l’ambiente scolastico: “Siamo distrutti e affranti. Tutta la comunità dell’Istituto si stringe al dolore della famiglia”. Un sentimento condiviso che estende il suo abbraccio alla famiglia della giovane, in un momento di inimmaginabile sofferenza.

Sul tragico evento sono in corso accertamenti per fare luce sulle cause del malore. Al momento, dai primi riscontri, sembra che la giovane non soffrisse di patologie pregresse. L’intervento delle forze dell’ordine, sia carabinieri che polizia locale, sul luogo del dramma, sottolinea l’importanza di una valutazione accurata della situazione, affinché episodi del genere possano essere prevenuti in futuro.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti: pubblicati i bandi dei 30 e 60 cfu, scadenza 5 giugno, affidati ad EUROSOFIA E.C.P. Pegaso