Malattia del bambino fino ai tre anni di età. Quali diritti per il supplente

di Paolo Pizzo

item-thumbnail

Per la malattia del bambino sono retribuiti i primi 30 giorni di assenza fino al compimento dei tre anni. Tale diritto spetta anche al personale a TD?

Federica scrive

Avrei una domanda da farle. Purtroppo su internet per la mia situazione trovo poche risposte.  Ho un contratto di supplenza breve presso un istituto superiore, esattamente 2 settimane, che scade questo sabato 2 marzo 2019.  Ho una bambina di 1 anno con febbre alta. Non posso lasciarla a nessuno. Posso chiedere 2 giorni di malattia per bambino sotto i 3 anni?  Sarò comunque retribuita al 100% e non avrò controllo fiscale?  In attesa di un risposta ringrazio e invio  cordiali saluti

 Malattia bambino fino al 3° anno di età

Durante i tre anni di vita del bambino non esiste nessun limite di giorni di congedo per malattia, se opportunamente documentati.

Per la retribuzione, invece, c’è una differenza che riguarda solo i primi 30 giorni per ciascun anno del bambino e fino al compimento del terzo compleanno del medesimo:

L’art 12 comma 5 del CCNL Scuola, per il personale di ruolo, dispone che sino al compimento del terzo anno di vita del bambino, nei casi previsti dall’art. 47, comma 1, del D. L.gs. n. 151/2001, alle lavoratrici madri ed ai lavoratori padri sono riconosciuti trenta giorni per ciascun anno di età del bambino, computati complessivamente per entrambi i genitori, di assenza retribuita.

Diritto dei supplenti

L’art. 19  stesso contratto che disciplina le ferie, i permessi e le assenze del personale assunto a tempo determinato dispone, al comma 14, che al personale di cui al presente articolo si applicano le norme relative ai congedi parentali come disciplinati dall’art.12.

Conclusioni

Nel caso esposto da Federica c’è quindi una tutela di maggior favore (retribuzione del 100% per i primi 30 gg. e conteggio nel servizio dei giorni di assenza) anche per i supplenti brevi o annuali che siano.

Si precisa inoltre che non vi è possibilità di invio della visita fiscale in quanto non si tratta di malattia del dipendente.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]cuola.it

Versione stampabile
ads ads