Malattia, decurtazione stipendio: quando si applica e cosa riguarda

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Quando viene applicata la decurtazione in caso di malattia? Si applica per i primi dieci giorni in assoluto o per ciascun evento morboso?

Rispondiamo ai succitati quesiti posti in redazione da diversi nostri lettori.

Quando si applica la decurtazione

La decurtazione dello stipendio viene applicata per i primi dieci di malattia, anche ad eventi morbosi dalla durata di un solo giorno.

Nel caso in cui la durata della malattia sia superiore a 10 giorni, la decurtazione si applica sino al 10° giorno, mentre non sarà più applicata dall’11° in poi.

La trattenuta sullo stipendio, in definitiva, si applica per i primi 10 giorni di malattia, a prescindere dalla durata, sia essa di un solo giorno o superiore a dieci.

Esempio: un docente presenta un certificato di malattia di 15 giorni; i primi dieci saranno soggetti alla decurtazione, mentre i successivi 5 giorni saranno regolarmente retribuiti.

Da evidenziare che in caso di proroga della malattia, la trattenuta non opera. Ad esempio, se ad un primo periodo di malattia (primo certificato medico), ne segue un altro (secondo certificato, eventualmente terzo…), senza soluzione di continuità, il secondo periodo di malattia non è considerato come una nuova assenza ai fini della decurtazione stipendiale. Il secondo periodo, naturalmente, deve consistere in una proroga della prognosi originariamente formulata.

In cosa consiste la decurtazione

L’art. 71  del decreto n. 112/08, convertito in legge n. 133/08, prevede che,  per i periodi di malattia di durata inferiore o uguale a dieci giorni, sarà corrisposto all’interessato il trattamento economico fondamentale, con conseguente decurtazione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonché di ogni altro trattamento economico accessorio.

La decurtazione, nello specifico, riguarda le seguenti voci stipendiali:

  • retribuzione professionale docenti (RPD);
  • compenso individuale accessorio;
  • indennità di direzione del Dsga.
Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione