Malala Yousafzai ha vinto il premio Sacharov per il diritto all’istruzione delle donne

WhatsApp
Telegram

GB – Malala Yousafzai ha vinto il premio Sacharov per la libertà di pensiero 2013 per la sua battaglia per il diritto delle donne a ricevere un’adeguata istruzione.

Il premio Sacharov per la libertà di pensiero, dal nome dello scienziato e dissidente sovietico Andrei Sacharov, è stato istituito nel dicembre 1988 dal Parlamento europeo per onorare le persone o le organizzazioni che dedicano la loro vita alla difesa dei diritti umani e delle libertà, in particolare al diritto di libertà di espressione.

GB – Malala Yousafzai ha vinto il premio Sacharov per la libertà di pensiero 2013 per la sua battaglia per il diritto delle donne a ricevere un’adeguata istruzione.

Il premio Sacharov per la libertà di pensiero, dal nome dello scienziato e dissidente sovietico Andrei Sacharov, è stato istituito nel dicembre 1988 dal Parlamento europeo per onorare le persone o le organizzazioni che dedicano la loro vita alla difesa dei diritti umani e delle libertà, in particolare al diritto di libertà di espressione.

Malala è stata scelta per essere premiata dalla Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo (Presidente del Parlamento e leader dei gruppi politici) ieri a Strasburgo, e il premio le sarà consegnato il 20 novembre.

Andrea Zanoni, eurodeputato ALDE, ha commentato: “Malala Yousafzai ha sfidato il regime talebano nel distretto di Swat, in Pakistan con la sua battaglia per i diritti delle donne a ricevere un’adeguata istruzione. A simili donne va la riconoscenza dell’Europa per aver condotto una battaglia così fondamentale per tutte le donne del mondo. Grazie al suo coraggio e alla sua forza, migliaia di donne in Pakistan hanno raggiunto una maggior consapevolezza dei propri diritti e dell’importanza di ricevere un’istruzione. Grazie Malala per tutto quello che hai fatto e che continuerai a fare”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur