Malagò, Coni: scuola e sport devono mettersi in moto. Serve collaborazione tra istituzioni

di redazione

item-thumbnail

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, è intervenuto sulla questione sport e scuola a margine del convegno “Se la scuola si mette a correre”.

E’ evidente che deve essere un imperativo che la scuola e lo sport devono mettersi in moto e poi a correre. La realtà della situazione dello sport nella scuola invece è drammatica. Chi nega questo: o non conosce il problema oppure non è onesto intellettualmente. Serve indispensabilmente una collaborazione tra diverse istituzioni: le federazioni, gli enti locali, le Regioni in primis, il governo, il Coni” ha affermato Malagò.

Sport e Salute vuole ripristinare ‘Sport di Classe’ e ora dice che lo sport a scuola è ‘la madre di tutte le battaglie’? Ma ha rubato il mio mantra con lo sport nelle scuole, l’ho sempre detto, ci stiamo prendendo in giro? Serve un piano serio per risolvere questo vulnus, tra tutte le istituzioni coinvolte – ha proseguito Malagò-. Ma nel frattempo la divisione che si è creata, ha buttato benzina sul fuoco su quanto era stato fatto prima”.

“Il mio intervento è solo propositivo, non c’è nessuna polemica: è la realtà dei fatti – ha sottolineato -. C’è grandissima delusione perché in questi mesi non solo non si è fatto nulla ma si è addirittura tornati indietro“.

Malagò ha poi concluso dicendo di sentirsi “molto fiducioso nell’azione del ministro Spadafora, che si faccia carico di queste esigenze perché sta dimostrando grandissima sensibilità su questo tema“.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione