Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Maggiorazione contributiva invalidi: quando spetta?

WhatsApp
Telegram
pensione

La maggiorazione contributiva per gli invalidi ai fini pensionistici come e quando viene riconosciuta? Vediamo a chi spetta e in quali situazioni.

Avendo usufruito per alcuni anni dell’assegno d’invalidità civile, sospesomi quando ho iniziato a lavorare, mi saranno riconosciuti quegli anni ai fini pensionistici?

La maggiorazione contributiva riconosciuta agli invalidi prevede il riconoscimento di 2 mesi di contribuzione figurativa per ogni anno effettivamente lavorato con invalidità superiore al 74%. La maggiorazione è riconosciuta per ogni anno di servizio effettivamente svolto presso pubbliche amministrazioni o aziende private o cooperative.

Se lei intende, quindi, il riconoscimento, ai fini pensionistici di un assegno di invalidità ricevuto non in costanza di rapporto di lavoro la risposta è NO, non vale ai fini pensionistici, ma se questi è stato sospeso per superamento del reddito ma lei ha continuato ad aver riconosciuta una invalidità superiore al 74%, per ogni anno lavorato con tale invalidità le saranno riconosciuti 2 mesi di contributi figurativi validi al solo diritto della pensione (e non alla misura, nel senso che non saranno calcolati nell’assegno pensionistico). Il riconoscimento della maggiorazione contributiva, in ogni caso, avviene solo a domanda dell’interessato al momento della liquidazione della pensione.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia