Maestre segnalano disturbo del comportamento. Genitori mandano figlio a scuola con microspia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le maestre segnalano ai genitori di un bambino dei disturbi del comportamento e richiedono l’intervento di uno psicologo. La famiglia, per tutta risposta, manda il figlio a scuola con una microspia per verificare la veridicità di quanto sostenuto dalle insegnanti.

Dalle registrazioni emergono delle frasi razziste e scoppia il caso, con conseguente denuncia delle insegnanti all’USR Piemonte, da parte della famiglia. L’accusa è di aver maltrattato il bambino, esortando tutta la classe ad atteggiamenti bullistici.

E’ successo in una scuola del canavese, come riferisce “La Stampa“.

Il dirigente scolastico si chiede come mai i genitori dell’alunno non gli hanno mai esternato il problema e afferma che si procederà agli accertamenti del caso.

Intanto, i genitori dei compagni dell’alunno chiedono notizie in merito all’accaduto.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione