Maestre e maestri: presidio a Bologna l’8 gennaio!

Stampa

Precari Scuola Emilia Romagna – Il ministro dell’istruzione sostiene che decine di migliaia di diplomati magistrali non hanno più diritto a stare nelle graduatorie permanenti degli insegnanti.

Ciò significa che decine di migliaia maestre e maestri rischiano di perdere il posto di lavoro! Si tratta di un attacco gravissimo alle condizioni di vita di migliaia di lavoratori della scuola (in gran maggioranza donne). Non solo: è un attacco anche alla qualità della scuola pubblica italiana, dato che milioni di studenti si troveranno nelle condizione di dover cambiare insegnante in corso d’anno.

Per questo le maestre e i maestri di tutta l’Emilia Romagna hanno deciso di aderire allo sciopero dell”8 gennaio. In tanti (tutti quelli che non andranno a Roma) saranno in presidio davanti all’ufficio scolastico regionale in via de Castagnoli, dalle ore 9 alle ore 12.30. Il presidio è organizzato dai Diplomati magistrale, da Politeia Scuola e dalla Cub Scuola, con il sostegno del Fronte di Lotta No Austerity. Verrà chiesto un incontro al Dirigente dell’Usr.

Lo sciopero dell’8 gennaio è solo l’inizio: la lotta continuerà e sarà dura, finché i diplomati magistrali non avranno una risposta politica che garantisca loro il posto di lavoro!

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora