Maestre in GaE a pieno titolo: quali vantaggi per chi partecipa al concorso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riceviamo numerose mail da parte dei docenti inseriti a pieno titolo nelle GaE in cui ci viene chiesto se convenga partecipare al concorso straordinario e di spiegare come funzioneranno le immissioni in ruolo. 

Premessa: il concetto di svantaggio e vantaggio va riferito alla propria situazione personale.

Le graduatorie ad esaurimento servono per il 50% delle immissioni in ruolo

Le GaE sono “intoccabili”, ossia continueranno ad essere utilizzate per il 50% delle immissioni in ruolo annualmente autorizzate, in base ai posti disponibili.

Le graduatorie ad esaurimento (a primavera 2019 è atteso l’aggiornamento di punteggio ed eventualmente la possibilità di cambiare provincia) sono provinciali.

Le graduatorie del nuovo concorso sono invece regionali, pertanto è possibile che l’immissione in ruolo potrà avvenire anche in provincia diversa dalla propria. L’immissione in ruolo comporterà un vincolo di tre anni nella provincia di assunzione.

Se si accettano tali condizioni, il vantaggio è quello di partecipare al rimanente contingente delle immissioni in ruolo e quindi di avere una doppia possibilità per l’immissione in ruolo.

Come funzioneranno le immissioni in ruolo

Il 50% dei posti sarà assegnato alle graduatorie ad esaurimento e il restante 50% ai concorsi. Qualora si esauriscano le GAE i posti residui si aggiungono a quelli destinati ai concorsi.

I concorsi a cui è destinata questa quota sono, prioritariamente, il concorso 2016, fino alla loro validità  e successivamente, qualora residuino posti, il concorso straordinario e il nuovo concorso ordinario con quote del 50% ciascuno. Qualora si esaurisca anche la graduatoria del concorso straordinario i posti residui si assegnano al nuovo concorso ordinario. Sintesi

Questo schema sta inducendo alcuni docenti a scegliere regioni del nord per il concorso straordinario. In ogni caso ricordiamo che il concorso si svolgerà in ogni regione, cioè in ogni regione si formerà la graduatoria regionale ad esaurimento.

Versione stampabile
anief
soloformazione