Maestra sospesa, Valditara: “Non è stato un episodio isolato, ci sarebbero stati canti religiosi e preghiere nelle ore discipinari. Ho chiesto approfondimento”

WhatsApp
Telegram

Non si placa l’eco delle polemiche riguardo la sospensione per 20 giorni ai danni di una maestra di Oristano. Al TG4, durante la tramissione Diario Del Giorno”, interviene il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.

“Appena emersa la vicenda ho chiesto una relazione dettagliata sui fatti dopodiché abbiamo mandato gli ispettori per verificare che la procedura sia stata corretta. Posso soltanto dire che non si tratta della recita episodica di una preghiera, ma, dalla documentazione a fondamento della decisione disciplinare si tratta di reiterate preghiere e canti religiosi nelle ore disciplinari”, spiega Valditara rispondendo ad una domanda sul caso.

“Dopo diversi interventi ‘bonari’ del dirigente scolastico – ha aggiunto – si è arrivati all’attivazione di un procedimento disciplinare che si è concluso con la sanzione di 20 giorni dopodiché io, appena è emersa la notizia, ho richiesto una relazione dettagliata e abbiamo inviato gli ispettori per verificare che la procedura sia stata svolta correttamente. Ovviamente l’insegnante può ricorrere al giudice del lavoro, io posso solamente dire che non si tratta della recita episodica di una preghiera ma, dalla documentazione a fondamento della decisione disciplinare, si tratta di reiterate preghiere e canti religiosi nelle ore discipinari”.

Dunque “l’accusa è che anzichè insegnare storia, geografia, matematica l’insegnante avrebbe fatto cantare inni religiosi e pregare, quindi si tratta di una violazione di un obbligo previsto dalla legge”.

Poi aggiunge: “L’insegnante ‘amica’ di Matteo Messina Denaro è stata sospesa inizialmente per 10 giorni perché è il massimo che un dirigente scolastico può fare, dopo di che su mio intervento si è avviato un procedimento di sospensione a tempo indeterminato. L’insegnante è stata sospesa a tempo indeterminato e nel contempo è stato avviato un procedimento disciplinare che potrà concludersi anche eventualmente con il massimo della sanzione”.

Leggi anche

Maestra sospesa per una preghiera in classe, ecco cosa c’è dietro alla sospensione. Le parole dell’USR Sardegna

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA