Maestra riceve minacce e proiettile, “tratti male i bambini degli altri”. Lei, “resterò al mio posto”. Solidarietà del paese

WhatsApp
Telegram

“Resterò al mio posto, nella scuola elementare di Mamoiada, dove continuerò a svolgere il mio lavoro. Il paese mi ha dimostrato tanta solidarietà e affetto, per questo ringrazio tutti di cuore, mi stanno dando la forza di andare avanti”.

Ad affermarlo Luisa Fancello, la maestra elementare di Oliena, che ha ricevuto venrdì scorso una lettera di minacce ed un proiettile.

Nella lettera si legge “Tratta male i tuoi bambini anziché quelli degli altri. Vattene da qui Mamoiada non ti vuole”. Subito è scattata la solidarietà con un Consiglio straordinario cui hanno partecipato un centinaio di mamme e i sindaci  di Mamoiada, Oliena e Fonni.

“Da quando mi è stata consegnata la lettera – ha detto la maestra – ho pianto molto e sono giorni che non dormo. Mi è stata di aiuto la solidarietà di questa comunità ma anche dei paesi vicini. Ho capito che il gesto nei miei confronti è un fatto isolato che non può impedirmi di continuare a svolgere il mio lavoro”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur