Maestra picchiata, il sociologo: “Prima i genitori difendevano i docenti, ora accade il contrario. Chat Whatsapp delle mamme sono la rovina”

WhatsApp
Telegram

Non si cenna a placare l’eco delle polemiche attorno alla brutta vicenda accaduta in una scuola di Catania con una mamma di un alunno che ha picchiato violentemente una maestra, responsabile, a quanto pare di aver rimproverato il piccolo studente.

A Live Sicilia interviene Francesco Pira, sociologo, docente presso l’Università di Messina: “Episodi come questo credo capiteranno sempre più spesso. D’altronde, non sono fenomeni nuovi, ma credo che occorra fare un ragionamento serio nel rapporto tra istituzioni. Siamo passati dall’epoca in cui i maestri avevano sempre ragione a quella in cui hanno sempre torto. C’è stato questo passaggio epocale: quei figli che non venivano mai difesi dai genitori paradossalmente sono quelli che invece oggi vanno all’assalto dei docenti”.

Poi aggiunge: “Credo che, ad alimentare molti di questi fuochi contribuiscano quelle che io chiamo una delle più grandi armi di distruzione di massa, ovvero ci gruppi di WhatsApp delle mamme. Molto spesso il meccanismo è quello che, l’allievo richiamato lo comunichi alla mamma che mobilita le masse delle mamme. Da qui può partire l’azione punitiva o la protesta o l’accerchiamento”.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao