Maestra passa a scuola superiore, nella ricostruzione carriera valido servizio alla materna. Sentenza

organi collegiali

In sede di ricostruzione della carriera è possibile riconoscere l’anzianità nella scuola materna, purché maturata in servizio di ruolo: la valutazione del servizio pregresso, mediante ricostruzione della carriera, opera anche per i passaggi a ruolo superiore degli insegnanti di scuola materna (Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, 24 febbraio 2020).

La vicenda

Una docente aveva richiesto il riconoscimento, ai fini giuridici ed economici, dell’intero servizio svolto dalla medesima nella scuola materna a decorrere dalla data di passaggio di ruolo:

  • il Tribunale aveva accolto, in toto, la tesi della docente,
  • la Corte d’Appello, adita dal MIUR, aveva limitato detto riconoscimento ai soli anni di anzianità di servizio maturati “nel ruolo” inferiore, con esclusione di quelli prestati come docente non di ruolo nella scuola materna.

L’anzianità nella scuola materna ai fini della ricostruzione della carriera

Molti giudici (Consiglio di Stato n. 4512 del 27.08.2001 e n. 536 dell’8.07.1992, Corte di Cassazione n. 2037/2013) hanno ritenuto che l’art. 83 del d.P.R. n. 417/1974 e l’art. 57 della I. n. 312/1980, introducendo diverse tipologie di mobilità che consentivano di computare per intero l’anzianità pregressa, avessero introdotto un’osmosi tra i distinti ruoli del personale della scuola avente specifici requisiti, sicché poteva essere riconosciuta, diversamente rispetto al passato, in sede di ricostruzione della carriera, l’anzianità nella scuola materna, purché maturata “in servizio di ruolo”.

La tesi della “temporizzazione”

Il MIUR ricorre alla Coert di Cassazione, sostenendo che non possa riconoscersi il servizio prestato presso le scuole materne per il personale docente delle scuole secondarie, deponendo le norme per l’applicazione dell’istituto della “temporizzazione” ossia di un meccanismo matematico finalizzato ad assicurare al docente:

  • un trattamento economico non inferiore a quello acquisito nel ruolo di provenienza,
  • una certa anzianità di carriera in proporzione al maturato economico in godimento nel precedente ruolo.

Il principio

La Cassazione boccia la tesi del Miur, confermando la sentenza della Corte d’Appello, ribadendo il principio (enunciato dalle Sezioni Unite n. 9144 del 2016) in forza del quale dall’art. 57 della L. 11 luglio 1980, n. 312 (contemplante la possibilità che i passaggi di ruolo di cui all’art. 77 del d.P.R. 31/5/1974 n. 417 siano disposti, oltre che da un ruolo inferiore ad un altro superiore, anche da uno superiore ad uno inferiore) deve trarsi l’ampliamento anche della previsione dell’art. 83 d.P.R. maggio 1974, n. 417, attinente alla valutazione del servizio pregresso mediante ricostruzione della carriera, norma che è destinata a valere anche per i casi di passaggio a ruoli superiori in ipotesi non previste nel testo originale della norma, tra cui i passaggi a ruolo superiore degli insegnanti di scuola materna.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia